Archivio News

15-03-2019

La FIF all' OLIO CAPITALE Expo


Oggi alle 15.00 al convegno inaugurale dell’evento OLIO CAPITALE Expo – 13° Salone degli oli extravergini tipici e di qualità (Trieste 15-18 marzo) si terrà la tavola rotonda “Olio d’oliva e salute: stato dell’arte” per introdurre ed illustrare le proprietà benefiche dell’olio extravergine di oliva, eletto da tempo condimento salutare per eccellenza, grazie alle sue caratteristiche nutrizionali. L’olio extra vergine di oliva possiede infatti un’alta percentuale di acidi grassi mono-insaturi, in particolare l’acido oleico, il “grasso buono” fondamentale per molti dei nostri processi biologici.

Insieme ad altri ricercatori ed esperti clinici, la D.ssa Natalia Rosso ricercatrice della Fondazione Italiana Fegato e la prof.ssa Lory Saveria Crocè direttore della Clinica Patologie del Fegato presso l’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste parleranno della loro esperienza in ambito epatologico ponendo particolare attenzione alla condizione di fegato grasso (steatosi) e steatoepatite, sia dal punto di vista della ricerca sia dal punto di vista clinico. Verranno esaminati alcuni tipi di dieta che portano a queste condizioni, per poi capire quale è il ruolo della dieta mediterranea e dell’olio extravergine di oliva nella prevenzione di queste patologie.

Il sovrappeso e l’obesità infatti predispongono l’individuo ad una serie di fattori di rischio cardiovascolare tra cui l’ipertensione, l’aumento di colesterolo e trigliceridi nel sangue, il diabete, il fegato grasso (steatosi epatica). Tutti questi fattori predisponenti, se contemporaneamente presenti, si configurano in un quadro detto “sindrome metabolica”, condizione clinica meritevole di particolari attenzioni per via della sua gravità e diffusione. Attualmente la FDA (food and drug administration) statunitense ha stabilito che esistono prove credibili secondo cui consumare acido oleico in oli commestibili, come olio extravergine d'oliva può ridurre il rischio di malattia coronarica. La FIF è leader nella ricerca traslazionale in questo ambito 

http://www.oliocapitale.it/it/visitare/eventi/

25-02-2019

Accordo di cooperazione scientifica tra Governo Filippino e FIF

Il 22 febbraio 2019 si è svolta la firma del protocollo di cooperazione scientifica tra il Department of Science and Technology (DOST) attraverso il Philippine Council for Health Research and Development (PCHRD) e la FIF. Alla firma erano presenti (da sinistra a destra nella prima immagine) il Dr. Jaime C. Montoya (Direttore Esecutivo, PCHRD), la signora Jessica Marie Suerte (PCHRD), il Dott. Ernesto Domingo (Scienziato Nazionale PH), il Segretario Fortunato T. de La Peña (Segretario DOST), la signora Carina Rebulanan (PCHRD), Claudio Tiribelli (FIF) e il dott. Peter Andrew Reyes (ricercatore 2018). L’accordo prevede che il DOST-PCHRD finanzi borse di dottorato e di training clinico per ricercatori ed epatologi filippini presso i laboratori FIF o le strutture cliniche ad essi collegati. La FIF è lieta di questa opportunità che rende possibile la creazione di una rete di epatologia traslazionale nelle Filippine coordinata congiuntamente da DOST-PCHRD e FIF. Il segretario de La Peña e il Dott. Montoya visiteranno la FIF la prossima estate.

25-02-2019

FIF "in vetrina" al Meeting APASL di Manila

Al meeting della Asian Pacific Association for the Study of the Liver (APASL) svoltasi a Manila, Filippine, dal 20 al 24 febbraio, 2019 è stata presentata la “Call for application” per il programma di borse di studio per ricercatori e clinici filippini per un anno presso le strutture di ricerca e cliniche della FIF. Il programma, iniziato lo scorso anno, prevede la selezione del candidato/a nel giugno 2019 e l’inizio della borsa il primo gennaio 2020. A Manila il Prof. Tiribelli ha discusso con il vice-presidente della Hepatology Society of the Philippines (HSP) la possibilità di incrementare il numero delle borse dal prossimo anno grazie anche al supporto finanziario del Philippine Council for Health Research and Development (PCHRD).

05-02-2019

Bando AIFA 2017

Saranno finanziati 12 studi di ricerca indipendente per 7.671.000 euro

Il Consiglio di Amministrazione dell’Agenzia Italiana del Farmaco ha approvato la graduatoria finale del Bando AIFA 2017 per la ricerca indipendente.

Dodici gli studi ammessi a finanziamento, per un valore complessivo di 7.670.976,50 di euro, su un totale di 368 protocolli valutati. Tra i dodici progetti ammessi al finanziamento (3% de quelli presentati) è incluso quello coordinato da Erica Villa, Università di Modena and Reggio dal titolo “Gender Medicine Gender-related response to Tyrosine Kinase-Inhibitor drugs in hepatocellular carcinoma”.
Il progetto che rientra nella categoria “medicina di genere” si propone di indagare se la risposta al nuovo trattamento del cancro del fegato possa essere diversa tra maschi e femmine definendo per la prima volta una interazione della terapia con il sesso del paziente. Il progetto coinvolge alcune realtà di eccellenza in ambito epatologici nazionale (Pisa, Padova, Palermo e Milano oltre a Modena) vede tra i centri coinvolti due realtà regionali FVG quali la Fondazione Italiana Fegato (FIF) e il Centro di Riferimento Oncologico (CRO) con il Dr. Giuseppe Toffolo come responsabile. FIF e CRO hanno ottenuto circa il 45% del contributo stanziato indicando la validità scientifica di queste due istituzioni coinvolte nella ricerca epatologica transazionale. Il progetto rinforza la necessità di una rete epatologica nazionale su cui FIF sta lavorando da tempo.

 

28-01-2019

La FIF cresce in Indonesia

Il 23 gennaio Claudio Tiribelli ha incontrato a Jakarta il Prof. Md. Nasrum Massi, Prorettore della Hasanuddin University UNHAS e il Prof. Budu, Preside della Facoltà di Medicina avente come tema la l’espansione della cooperazione tra UNHAS e FIF finalizzata alla creazione di un Liver Center a Malassar, South Sulawesi.

La creazione tramite la collaborazione con FIF del Liver Center indonesiano, come già accaduto in altri Paesi, conferma la sempre maggiore crescita della visibilità internazionale di FIF che sta diventando il punto di riferimento epatologico per molte realtà per la formazione del proprio personale clinico e di ricerca.

 

15-01-2019

FIF tra le 100 top scientific institutions in Italia

Nel sito Top Italian Scientists (TIS) la Fondazione Italiana Fegato è passata dalla 150a alla 99a posizione nella classifica dei più importanti istituti scientifici italiani. Ha guadagnato 51 posizioni ed è un traguardo importante, considerato che a dicembre 2018 il database TIS include oltre 4630 scienziati ed istituti.

Più che una classifica, il database TIS consiste in un censimento degli scienziati e scholars di maggior impatto, misurato con il valore di h-index, che rappresenta un numero che racchiude sia la produttività che l'impatto della produzione culturale o scientifica di una persona basato sulle citazioni ricevute, nonche' la continuita' di questo impatto nel tempo.

Un ennesimo riconoscimento del valore e del prestigio della ricerca scientifica in FIF. Siamo forti!

Guarda la classifica:
http://www.topitalianscientists.org/Top_50_Italian_Institutes.aspx

27-12-2018

Vola solo chi osa farlo

Anche il 2018 è stato un anno di intensi scambi e collaborazioni internazionali per la FIF.

Quest'anno il Direttore Scientifico Claudio Tiribelli ha sorvolato i continenti e oltrepassato per 9 volte l’equatore, per un totale di oltre 11 giorni trascorsi in volo, allo scopo di rafforzare i già esistenti rapporti scientifici ed umani ed intesserne di nuovi, firmare accordi di collaborazione bilaterale con gli altri paesi consolidando in tal modo la possibilità di migliorare la conoscenza delle malattie epatiche, la formazione dei ricercatori, ed il reperimento dei finanziamenti.
Tenendo conto che per ogni ora di volo ce n'è almeno una di attesa e procedure aeroportuali, il nostro direttore ha trascorso quasi un mese in giro per gli aeroporti del mondo. Tutto questo sforzo ha dato frutti tra cui il più rilevante è l'apertura del Centro Mexicano de Higado - CMH e il consolidamento e l'inizio operativo del progetto scientifico-educazionale con le Filippine.

Siamo certi che nel 2019 la FIF volerà ancora più in alto e più a lungo !

 

26-11-2018

Comitato Scientifico 2018

Si è tenuta giovedì 22 novembre 2018 la dodicesima riunione del Comitato Scientifico della FIF, tenutosi nella Sala Conferenze T grazie alla preziosa ospitalità e collaborazione di Elettra Sincrotrone.

I lavori sono iniziati con i saluti del presidente della FIF, Adriano Del Prete, e del Direttore Scientifico, prof. Claudio Tiribelli. Entrambi hanno ribadito come il ruolo del comitato scientifico sia di esprimere un parere sulle line di ricerca in atto e sulle prospettive future per puntare su quelle più promettenti.

La lettura magistrale è stata tenuta dal Prof. Francisco Baralle dal titolo: Liver and Brain: A winning team ed ha spaziato dai risultati da lui ottenuti nella ricerca sulla sclerosi ai progetti futuri in collaborazione con la FIF inerenti il fegato.

Sono seguite le presentazioni dal parte dei Senior Scientists e Senior Researchers operanti presso la FIF che hanno delineato lo stato dell’arte dell’ attività scientifica svolta dai loro gruppi e le prospettive future affrontando anche i nodi del reperimento di fondi e delle possibilità ad esso correlate.

Nel chiudere i lavori il prof. Tiribelli ha evidenziato come l’attività della fondazione copra una grande varietà di argomenti di ricerca che spaziano dalla neurotossicità della bilirubina nel neonato, agli aspetti protettivi dell’iperbilirubinemia lieve, a modelli ex vivo di patologie neurodegenerative quali il Parkinson, alla steatoepatite, alle cellule tumorali staminali e alla ricerca di nuovi biomarkers e a nuovi approcci terapeutici per l’epatocarcinoma utilizzando metodiche innovative.

L’invito per tutti è a continuare a crescere incrementando la produzione scientifica e cercando di aumentare il grado di successo nell’ottenimento di grants. Altro punto di forza della Fondazione sono le collaborazioni internazionali sempre in crescita, le più recenti riguardano il Messico e le Filippine con programmi di scambio di studenti e ricercatori. La prossima riunione del comitato scientifico è fissata per giovedì 21 novembre 2019.

Quest’anno al termine dei lavori il Comitato Scientifico ha avuto l’occasione di incontrarsi con il Comitato di Indirizzo della Fondazione con l’auspicio che i due principali organi di gestione della Fondazione, pur occupandosi l’uno di aspetti scientifici e l’altro di aspetti gestionali ed economici, possano sempre più interfacciarsi e conoscersi.

26-11-2018

Il comitato editoriale di Annals of Hepatology

Il 17 novembre a Merida, Yucatan, Mexico, si sono riuniti per la seconda volta dopo sei mesi i 5 membri del nuovo comitato editoriale di Annals of Hepatology (AoH).
La riunione faceva seguito alla prima del nuovo comitato editoriale del 2 maggio 2018 e ha verificato i progressi fatti durante i primi sei mesi della gestione della nuova versione degli AoH. Il comitato ha verificato i progressi nella qualità scientifica e nella gestione degli articoli e si è dato una serie di ulteriori targets che verrano discussi duramte la terza riunione del comitato editoriale prevista per il 2 maggio 2019 a Città del Messico. Nel frattempo i membri del comitato, tra cui il nostro Direttore Scientifico, saranno impegnati a rendere AoH un giornale di livello. Buon lavoro.

 

26-11-2018

La FIF cresce in Mexico

Il 16 novembre si è svolta la firma del Protocollo di Intesa tra Universidad Nacional Autónoma de México (UNAM), la Fundacion Clinica Medica Sur (FCMS) e FIF, riguardante le attività di training in epatologia molecolare che si svolgeranno presso FCMS e FIF. Il protocollo è stato firmato dal Decano della Facoltà di medicina UNAM Dott. Germán Enrique Fajardo Dolci, dal Presidente della FCMS Dott. Misael E. Uribe, e dal Direttore Scientifico FIF Claudio Tiribelli.
Il Protocollo consentirà a FCMS di svolgere il programma di specializzazione in epatologia con lo stage di un anno presso i laboratori FIF. L'evento conferma la sempre maggiore crescita della visibilità internazionale di FIF che sta diventando punto di riferimento di molte realtà per la formazione del proprio personale clinico e di ricerca.