Archivio News

29-01-2018

Lotta al cancro: la FIF collabora con Uniud ad un progetto finanziato da AIRC

L’AIRC Associazione italiana per la ricerca sul cancro (Airc) ha recentemente finanziato tre progetti di ricerca sulle cellule tumorali per un totale di 1 milione e 250 mila euro, che saranno condotti prevalentemente presso il Dipartimento di Area medica (Dame) dell’Università di Udine.
«I criteri di selezione dei progetti meritevoli di finanziamento che l’Airc utilizza - sottolinea Maria Cristina Nicoli, delegata alla ricerca dell’Università di Udine - sono estremamente competitivi e testimoniano l’elevato livello della ricerca molecolare che viene svolta presso l’Ateneo udinese nell’ambito dello studio sui tumori e nell’identificazione di nuove strategie per la diagnosi precoce e la terapia personalizzata».

I nuovi studi iniziati a gennaio sono sostenuti per 5 anni di attività con lo scopo di sviluppare nuovi farmaci specifici per la cura dei tumori, capaci di migliore le principali terapie oggi esistenti, rendendo la diagnosi sempre più precoce e consentendo la scelta di terapie personalizzate.

Uno dei tre progetti, sostenuto con 454 mila euro e condotto da Gianluca Tell, professore di biologia molecolare del Dame e membro del Comitato Scientifico FIF, prevede la ricerca di nuovi meccanismi molecolari responsabili della resistenza delle cellule tumorali alla chemioterapia. La ricerca i focalizzerà in particolare sullo studio dei tumori epatici e polmonari, con l’obiettivo di comprendere alcuni meccanismi alla base della resistenza alle terapie e sviluppare farmaci innovativi capaci di rendere le cellule tumorali più sensibili alla chemio o alla radio terapia, aumentandone l’efficacia.

Lo studio si basa su una recente scoperta, pubblicata dalla prestigiosa rivista scientifica internazionale Nature Communications, del gruppo di ricerca del Laboratorio di biologia molecolare e stabilità genomica di Udine, diretto dallo stesso Tell. La Fondazione Italiana Fegato è tra i centri di eccellenza che collaboreranno allo studio assieme al Cancer Center del Daping Hospital (China) ed il Centre for Integrative Biology (Cibio) dell’Università di Trento.

12-01-2018

Save the date!

  Il prossimo venerdi 19 gennaio, alle 20.30, al Teatro Orazio Bobbio – La Contrada, si rinnoverà l’appuntamento con “Buon Anno Trieste”, lo spettacolo di varietà di beneficienza organizzato dall’Associazione Commercianti al Dettaglio della Confcommercio Trieste

  Ogni anno la Confcommercio decide di destinare i proventi della serata ad un ente benefico e quest’anno verranno devoluti interamente a supporto dell’attività svolta dalla Fondazione Italiana Fegato ONLUS, per il suo impegno a 360° in termini di supporto alla ricerca, divulgazione scientifica e sensibilizzazione pubblica su tematiche e problematiche, mediche e patologiche, di fondamentale rilevanza per la salute.

  Il costo del biglietto è a offerta libera dall’importo minimo di € 5,00.

  I biglietti possono essere ritirati presso la Reception della Confcommercio, in via Mazzini 22, dal lunedì al giovedì con orario 08.00 - 12.30 / 14.00 - 16.30, il venerdì invece solo alla mattina (08.00-12.30)

Arrivederci venerdi 19 a “Buon Anno Trieste”!

 

 

05-01-2018

Voliamo alto

 

 

 

Il 2017 è stato un anno di intensi scambi e collaborazioni internazionali per la FIF.

Anche quest'anno il Direttore Scientifico Claudio Tiribelli ha sorvolato i continenti e oltrepassato per 12 volte l’equatore, per un totale di 8 giorni trascorsi in volo, allo scopo di rafforzare i già esistenti rapporti scientifici ed umani ed intesserne di nuovi, firmare accordi di collaborazione bilaterale con gli altri paesi consolidando la possibilità di migliorare la conoscenza delle malattie epatiche, la formazione dei ricercatori, ed il reperimento dei finanziamenti.

Siamo sicuri che nel 2018 la FIF volerà ancora più in alto e più a lungo ....

 

02-01-2018

Call for Training Fellowship

E' aperta la procedura di selezione per n.1 training fellowship
nell'ambito del progetto
"
Splicing Factors: Mis-folding,
aggregation and low tissue levels during aging, role in the onset of degenerative diseases " supervisionato
dal prof. Francisco Baralle.

L'attività di ricerca sarà svolta presso i laboratori della Fondazione Italiana Fegato Onlus (FIF).
La borsa avrà una durata di 5 mesi.

Scadenza presentazione domande: 24/01/2018

Tutti i requisiti per partecipare e i dettagli sul bando.
Per la presentazione delle domande e per ogni informazione scrivere a: direzionefif@fegato.it

18-12-2017

La FIF alla 26a "International Conference on Clinical Diabetes"

Lo scorso 15 dicembre Cristina Bellarosa e Annalisa Bianco, nuova PhD student presso la FIF, hanno partecipato al congresso:

"26th International Conference on Clinical Diabetes”,  Rome 14-15 december 2017

Annalisa ha presentato oralmente  il suo lavoro di tesi magistrale dal titolo:

“Effects of bilirubin on Metabolic Syndrome in two in vitro models”.

 

 

Visita il sito della Conferenza

27-11-2017

Comitato Scientifico 2017

 

Si è tenuta giovedì 23 novembre 2017 l'undicesima riunione del Comitato Scientifico della FIF, tenutosi nella Sala Conferenze T grazie alla preziosa ospitalità e collaborazione di Elettra Sincrotrone.

Si è iniziato con il saluto del nuovo presidente della FIF, Adriano Del Prete, che ha raccontato la sua scelta di accettare questo incarico ed espresso l’impegno degli organi istituzionali della FIF a lavorare affinchè l’attività di ricerca di base e traslazionale svolta dai ricercatori sotto la guida del prof. Tiribelli  possa continuare a crescere.

Claudio Tiribelli, direttore scientifico della FIF, nell’aprire i lavori  ha salutato e ringraziato  Stefano Bellentani , Gianluca Tell e Ferruccio Bonino,  membri “storici” del Comitato Scientifico, e dato il benvenuto a Nora Coppola, Giorgio Bedogni, Umberto Baccarani e Tito Baralle da poco nominati a far parte di questo organo della FIF.

Sono seguite le presentazioni dal parte dei senior researchers operanti presso la FIF che hanno spaziato dalla  neurotossicità della bilirubina nel neonato, agli aspetti protettivi dell’iperbilirubinemia lieve, alla steatoepatite, alle cellule tumorali staminali e ai nuovi biomarker per la diagnosi dell’epatocarcinoma.E’ stata anche presentata l’attività clinica svolta presso la Clinica Patologie del Fegato dell’Ospedale di Cattinara. Le presentazioni hanno visto un’intense interazione tra i membri del Comitato Scientifico e i ricercatori che hanno aperto ad entrambi nuove idee per prroseguire con la ricerca, nuovi approcci nel valutare i risultati otenuti e aperto nuove possibilità di collaborazione. Al termine delle relazioni scientifiche è stata illustrata anche la situazione amministrativa e gestionale della FIF.


Chiudendo i lavori il prof. Tiribelli ha sottolineato che le pubblicazioni della FIF nel 2017 hanno permesso di superare i 100 punti di impact factor totale ed esso è cresciuto del 30% rispetto al 2016.

Visualizza il grafico della produzione scientifica FIF

Infine il prof. Tiribelli ha anche annunciato che nel 2018 ricorreranno i 10 anni dall’Istituzione della Fondazione Italiana Fegato e il 13 settembre 2018 sarà organizzato un evento scientifico aperto a tutta la città per festeggiare questa importante data.

 
Scarica la sintesi delle presentazioni:

21-11-2017

Premio Leloir a Claudio Tiribelli

Lo scorso 16 novembre Claudio Tiribelli ha ricevuto a Buenos Aires il premio per la Cooperazione Internazionale in Scienza, Tecnologia e Innovazione "Dr. Luis Federico Leloir ", un riconoscimento prestigioso che viene concesso a esperti stranieri che hanno contribuito all'arricchimento della cooperazione internazionale con l'Argentina.
Guarda il discorso di ringraziamento

 

 

20-11-2017

Il fegato e il caffè

Lo scorso 18 ottobre la D.ssa Beatrice Anfuso ha partecipato in qualità di rappresentante della FIF alla Tavola Rotonda “Looking after the liver: Coffee, caffeine and lifestyle factors” organizzata presso la Royal Society of Medicine di Londra da ISIC - Institute for Scientific Information on Coffee, in associazione con il British Liver Trust.

Presenti numerosi portavoce delle organizzazioni epatiche europee per discutere dei cambiamenti dello stile di vita come  la dieta, a cui gli operatori sanitari possono educare i pazienti.

Tra gli argomenti trattati: La scala del problema delle condizioni epatiche croniche in Europa, la funzionalità epatica e lo stile di vita, una panoramica della ricerca su caffè, caffeina e malattie del fegato.

Visita il sito di ISIC - Institute for Scientific Information on Coffee

Leggi il report della tavola rotonda:

14-11-2017

Premio al cofondatore del CAIC di Rosario

Il prossimo 16 novembre Claudio Tiribelli riceverà a Buenos Aires il premio per la Cooperazione Internazionale in Scienza, Tecnologia e Innovazione "Dr. Luis Federico Leloir ".
Il premio è un riconoscimento prestigioso che viene concesso a esperti stranieri che hanno contribuito all'arricchimento della cooperazione internazionale con l'Argentina.
Tiribelli è co-fondatore del Centro Binazionale Argentina-Italia per la Ricerca in Criobiologia Clinica e Applicata (CAIC) e nel 2012 è stato nominato Professore Onorario dell'Università di Rosario.

 

 

 

 

 

 

 

http://www.unr.edu.ar/noticia/12174/premio-a-cofundador-del-caic

08-11-2017

Cresce la comunità indonesiana alla FIF


In questi giorni la FIF ospita due visiting professors: il Decano della Facoltà di Medicina Prof. Andi Asadul dell'Università Hasanuddin di Makassar, South Sulawesi, Indonesia e il Vice Preside Prof. Muhammad Nasrum Massi, Direttore del Dipartimento di Microbiologia Medica.

Oltre al Direttore Scientifico, gli ospiti sono stati accolti dai ricercatori indonesiani già attivi in FIF: la post-doc e senior researcher Caecilia Sukowati, la studentessa PhD Rusdina Bte Ladju al secondo anno di dottorato in biomedicina molecolare e Yogi Pratama, studente PhD al primo anno di dottorato in biomedicina molecolare.

La solida e proficua collaborazione fra la FIF e l’Università Indonesiana fu siglata nel gennaio 2014, coronata con l’istituzione di un posto riservato a studenti dell’UNHAS all’interno della Scuola di Dottorato in Biomedicina Molecolare dell’Università di Trieste. Siamo certi che il futuro vedrà ulteriormente espandersi la collaborazione.