Archivio News

19-10-2017

I frutti della cooperazione internazionale

Anche quest’anno la FIF raccoglie i frutti dell’impegno nella cooperazione internazionale con l’arrivo negli ultimi 3 mesi di quattro nuovi ricercatori che saranno impegnati nelle diverse linee di ricerca attive nei laboratori della Fondazione.

Ana Ruth De Silva Araujo è arrivata dal Brasile nel luglio 2017 con una borsa PostDoc di 18 mesi del CAPES  (Coordenação de Aperfeiçoamento de Pessoal de Nível Superior), ossia l'agenzia federale brasiliana per la promozione e la valutazione dell'istruzione accademica.

Segue la linea di ricerca FIF su steatosi e obesità.

 

 

A settembre la FIF ha dato il benvenuto a Vo Van Thanh Niem, arrivato dall'Università di Ho-Chi-Min nel Vietnam, per la realizzazione del progetto di  ricerca “Translational research on Hepatocellular Carcinoma in Vietnam” nell'ambito del Progetto Internazionale con il Vietnam finanziato dalla Regione FVG (DGR 2559 dd. 22.12.2015).

 

 

Vincitore di una Borsa EASL (European Association for the Study of the Liver) dal Vietnam arriva anche Minh Hoang.

Segue la linea genica della FIF nello studio dell’epatocarcinoma con un progetto dal titolo “The role of miRNA in the development of HCC”

 

Peter Andrew Reyes è l’ultimo arrivo per il 2017 nell’ambito della cooperazione internazionale, e si occuperà di ricerca nella genesi dell’epatocarcinoma.

La borsa di studio HSP-PCHRD conferitagli vede la collaborazione tra HSP ( Hepatology Society of Philippines) – PCHRD (Philippine Council for Health Research and Development) e Fondazione Italiana Fegato. Questa borsa è il primo frutto  del Memorandum of Understanding siglato tra la Fondazione e il Governo del Paese asiatico all’inizio del 2016.

21-09-2017

La FIF al Salone EURO BIO HIGH TECH 2017

La FIF sarà presente con un suo stand e partecipa con tre presentazioni a Euro Bio High Tech 2017, il più importante evento dedicato all’innovazione nel biomedicale, nelle biotecnologie e nella bioinformatica nell’area dell’Europa Centro-Orientale e Balcanica.

 

Presentazioni FIF

21 settembre ore 11.15
Presentazione del progetto SERMI4CANCER finanziato PORFESR
21 settembre - ore 17.40
nella sessione Terapia innovativa
22 settembre - ore 11.25
All’interno della sessione Diagnostica in vitro


L'evento si terrà a Trieste, presso il Palazzo dei Congressi della Stazione Marittima il 21 e 22 settembre 2017.
Orario d’apertura: 10.00 – 18.30
L'ingresso è riservato a visitatori professionali.

Visita il sito dell'evento

 

04-09-2017

DOTYR 2017 - Yellow in the city

Trieste, capitale mondiale degli studi sulla bilirubina, sarà più gialla del solito (la bilirubina è la sostanza che provoca l’ittero!). Il DOTYR (Donald Ostrow Trieste Yellow Retreat) Trieste, 6-7 September 2017 - è un incontro biennale organizzato da Fondazione Italiana Fegato – Onlus, che ragguruppa tutti i più importanti scienziati coinvolti con l'attività clinica e di ricerca sugli effetti della bilirubina. Nel 2013 l’ex TYR è stato rinominato DOTYR , in memoria di Jay Donald Ostrow, uno dei giganti che hanno contribuito in modo importante alla comprensione della bilirubina, grazie alle sue circa 100 pubblicazioni dal 1961 al 2011.

Quest'anno l'evento DOTYR con il patrocinio di AREA Science park e Bilimetrix e il prezioso contributo di Elettra Sincrotrone, vedrà una partecipazione particolarmente numerosa. Abbiamo il piacere di ospitare gruppi di studio che rappresentano più di 16 paesi distribuiti in tutto il mondo, oltre che da importanti istituzioni italiane. Ci saranno presentazioni cliniche effettuate da pediatri e ricercatori provenienti da Stati Uniti, Libano, Egitto e Thailandia, e ovviamente non mancheranno presentazioni realizzate dalla FIF e l'ICGEB di Trieste, oltre cha da ricercatori provenienti da tutta Europa (Austria, Repubblica Ceca, Danimarca, Paesi Bassi) e dagli Stati Uniti.

Un’occasione di scambio reciprocamente arricchente per tutti i partecipanti, e una preziosa opportunità per “fare rete”.  

Scarica il Programma dell'evento!

31-08-2017

Premio Leloir al Prof. Tiribelli

Il prossimo 16 novembre il prof. Tiribelli riceverà dal Ministero della Scienza e Tecnologia a Buenos Aires il prestigioso premio “Dr. Luis Federico Leloir” destinato a personalità straniere che si siano distinte nella cooperazione internazionale nel campo della scienza, della tecnologia e dell'innovazione.


E’ per la FIF un grande onore e per il prof. Tiribelli  un dovuto riconoscimento per quanto fatto in più di 20 anni di collaborazione con l’Argentina. Fra le attività di cooperazione più rilevanti, la FIF ha contribuito, assieme alla Regione FVG, alla creazione del Centro Binacional (Argentina-Italia) de Investigaciones en Criobiología Clínica y Aplicada - CAIC di Rosario e, grazie alla collaborazione con il MAE, ha permesso in questi anni a 7 studenti argentini di conseguire il PHD in Biomedicina Molecolare ed ha ospitato 8 ricercatori per short-term fellowships.

 Congratulazioni al prof. Tiribelli!

Visita la pagina del premio

08-08-2017

La FIF alla Sesta Conferenza Internazionale dell'Istituto di biologia molecolare Eijkman (Jakarta, 1-3 Agosto, 2017).

Claudio Tiribelli, Direttore scientifico della Fondazione Italiana Fegato e Caecilia Sukowati, senior scientist, hanno partecipato alla Sesta Conferenza Internazionale dell'Istituto di biologia molecolare Eijkman (Jakarta, 1-3 Agosto, 2017). Claudio Tiribelli ha svolto una plenary lecture sul ruolo delle stem cells nel cancro del fegato ed è stato preemiato per il supporto scientifico alle attività dell’istituto. Ulteriore riconoscimento del ruolo di FIF nella collaborazione con l'Eijkman Institute è stata la presentazione del Prof. Ferruccio Bonino, membro del comitato scientifico della FIF. E’ significativo che gli unici 2 invited speakers europei appartenessero entrambi a FIF.

L'Eijkman Institute for molecular biology è un istituto di ricerca rinnovato e finanziato dal governo senza scopo di lucro che svolge attività di ricerca di base in biologia molecolare e biotecnologia medica, ed in primo luogo si concentra sui problemi della genetica umana e medica, delle malattie infettive dei tropici e dell'ingegneria biomolecolare.

Questa sesta conferenza è particolarmente speciale, in quanto segna i 25 anni della riapertura dell'Istituto Eijkman per la Biologia Molecolare avvenuta nel 1992. L'istituto traccia la sua origine nel Laboratorio di Ricerca in Patologia e Batteriologia, fondato nel 1888 con Christiaan Eijkman come primo Direttore. Il laboratorio è stato nominato Istituto Eijkman nel 1938. Chiuso negli anni '60, è stato riaperto nel 1992. Il nuovo Eijkman Institute è ora un ente di ricerca in biologia molecolare; da qui il titolo della conferenza di quest’anno: Celebrazione del 25° anniversario dell'Istituto Eijkman: Genetica, Malattie e Ambiente.

05-07-2017

Protocollo di intesa FIF – Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale Università di Pisa

E’ stato firmato di recente un protocollo di intesa tra la FIF e il Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale Università di Pisa. L’accordo, basato su una collaborazione che esiste già da tempo tra la FIF e alcuni docenti/ricercatori dell'Università di Pisa  coinvolti nella ricerca scientifica sulle malattie del fegato e delle vie biliari, nasce dal comune interesse delle parti di regolare le modalità della cooperazione in atto nell’ambito della ricerca traslazionale epatologica e nei trapianti di organo.

In particolare, il protocollo è inteso a:

1. promuovere e implementare la ricerca scientifica connessa ai settori di: epatologia, biologia molecolare, biostatistica, epidemiologia, genetica, immunologia, microbiologia, virologia e tutte le branche coinvolte nella ricerca epatologica traslazionale.

2. ottenere finanziamenti nazionali e internazionali per ricerche comuni

3. creare borse di studio per ricercatori clinici e di base, nazionali e internazionali

4. cooperare attivamente nelle attività educazionali di giovani ricercatori

Tutte le attività saranno disciplinate da apposite convenzioni e/o accordi previo approvazione degli organi di volta in volta competenti.

L’accordo ha durata di tre anni tacitamente rinnovabili, nei quali il Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale Università di Pisa si impegna a sostenere le iniziative progettuali e di ricerca promosse dalla FIF. 

 

22-06-2017

In campo i big degli studi sul fegato

Trieste capitale europea della scienza? Si può. Parola della Fondazione Italiana Fegato Onlus (FIF), il più importante ente italiano e uno dei primi al mondo in materia di epatologia.

Il Presidente Adriano del Prete e il Direttore scientifico Claudio Tiribelli non hanno dubbi.
Con un polo scientifico multicentrico, invidiato in tutto il mondo e situato al crocevia d’Europa, il capoluogo giuliano è il candidato ideale per l'Esof (Euroscience open forum) 2020.
La proposta triestina sarà presentata il prossimo 29 giugno a Strasburgo.

06-06-2017

Accordo con lo Stato di Amazonas, Brasile

Firmato a Manaus con il Segretario della Salute dello Stato di Amazonas un accordo per istituire il primo centro fegato del Brasile nella città, capitale dello Stato.
La FIF si impegna a coordinarne le attività, fornire supporto scientifico e educazionale e stimolarne le attività.


Il progetto, abbozzato lo scorso luglio, si è concretizzato in fretta e ora ne attendiamo gli ulteriori sviluppi.
La FIF cresce e questo è importante.

In allegato il documento firmato:

29-05-2017

Fiocco rosa alla FIF

E' nata Ifigenia, congratulazioni a Sandra Leal ed alla sua numerosa e splendida famiglia

Un abbraccio forte da tutto lo staff della FIF!

 

25-05-2017

IL NUOVO BOARD DELLA FIF

Il Consiglio di Indirizzo della Fondazione Italiana Fegato ONLUS eletto durante l’adunanza plenaria del 2 maggio u.s.  ha nominato
Adriano Del Prete quale Presidente e Nora Coppola quale Vicepresidente.

Fanno inoltre parte del Consiglio:

Giampaolo Canciani, Nicola Delli Quadri, Renato Gennaro, Gianfranco Gutty, Giorgio Mustacchi e Giorgio Simon.  

Il Consiglio ha nominato inoltre:

-          Il Comitato Scientifico nelle persone di Claudio Tiribelli (Presidente), Umberto Baccarani, Cristina Bellarosa, Stefano Bellentani, Ferruccio Bonino, Giorgio Bedogni, Lory Crocè e Gianluca Tell.

-          Il Consiglio di Gestione nelle persone di Adriano Del Prete, Nora Coppola, Luciana Rozzini, Mariapia Turinetti e Cristina Zavagno.

-          Il Collegio dei Revisori nelle persone di Luca Bicocchi (Presidente), Mario Giamporcaro e Matteo Montesano (Revisori).

Il nuovo consiglio ha preso atto dei successi ottenuti e si è dato come mandato quello di incrementare ulteriormente l’impatto clinico e scientifico della FIF nella realtà regionale, nazionale ed internazionale e di espandere ulteriormente la attività educazionale e formativa nei riguardi dei giovani.

In particolare, creare le opportunità affinché non solo nostri ricercatori non espatrino ma che continui l’attrazione da parte di FIF di valenti giovani ricercatori di vari paesi del mondo.