Archivio News

06-04-2017

Grazie Fondazione CRTrieste

La Fondazione Cassa di Risparmio di Trieste ha devoluto un contributo di 36.000€ per l'acquisto strumenti di laboratorio.

Grazie a questo contributo la Fondazione Italiana Fegato ha potuto acquistare tre strumenti, di cui due strumenti di base, indispensabili per la quotidiana attività di ricerca che si svolge presso la FIF.

Un sistema per acqua ultrapura (Sistema Milli Q Integral 5 completo) della Millipore. Il sistema dopo aver distillato l’acqua di rete la trasforma in acqua ultra-pura necessaria per gli esperimenti di ricerca condotti in laboratorio.

Una lavavetreria Smeg specifica per il lavaggio della vetreria utilizzata in laboratorio con specifici carrelli

Inoltre si è dotata di CFX Connect Real-Time PCR System della Biorad, uno strumento specifico per l’attività di ricerca che viene svolta alla FIF:
Lo strumento consente la quantificazione dell’espressione genica attraverso l’utilizzo di diversi fluorofori che si intercalano agli acidi nucleici, rendendo visibile in tempo reale la loro amplificazione.

Le nuove strumentazioni vanno a sostituire altrettante macchine ormai obsolete
presenti presso i laboratori della Fondazione Italiana Fegato situati nell’AREA Science Park di Basovizza. In questo modo si viene a migliorare la qualità del parco macchine e conseguentemente l’offerta ai giovani ricercatori e dottorandi di ricerca italiani e stranieri impegnati ogni giorno alla FIF.

La Fondazione Italiana Fegato ringrazia la FondazioneCRTrieste che in questi anni è sempre a sostegno della ricerca e ha donato attrezzature e strumentazioni essenziali per migliorare la qualità delle nostre rilevazioni in campo epatologico e oncologico. Queste attrezzature sono difficilmente acquisibili con i fondi di ricerca nazionali ed internazionali creando quindi difficile se non impossibile il turnover necessario alle attrezzature di laboratorio. 

Ancora una volta la FondazioneCRTrieste ha contribuito in modo sostanziale a ciò che in medicina conta maggiormente: la ricerca.

 

28-03-2017

Cooperazione internazionale 2017

La Direzione Centrale Salute della Regione FVG ha rinnovato il contributo finalizzato alla prosecuzione dei tre progetti internazionali con Argentina, Indonesia e Vietnam. Grazie a questo importante supporto, anche quest’anno la Fondazione offrirà una borsa di studio di quattro mesi per uno studente meritevole proveniente da un’università del Vietnam.

 

Il titolo del progetto con il Vietnam è:
Expansion of the common research activity on Hepatocellular Carcinoma in Vietnam
e consiste nello sviluppo della ricerca comune, nella formazione di giovani ricercatori e nei progetti di natura clinica. E’ da sottolineare che nel 2016 il 60% del contributo è stato utilizzato per coprire uno stage di un ricercatore vietnamita proveniente dalla School of Medicine dell’Università di Ho Chi Minh City da settembre a dicembre 2016. Questo ha reso particolarmente efficace la resa della collaborazione con il Vietnam che verrà proseguita nel 2017.

 

Il Progetto con l’Argentina Validazione in vivo e sviluppo di nuove tecniche di criopreservazione di cellule epatiche e organo in toto” consiste nella continuazione dei progetti in collaborazione con il Cryocenter di Rosario e il centro trapianto multiorgano della Fondazione Favaloro di Buenos Aires. I due progetti sono congiunti in ordine a testare in un modello di trapianto su animale disponibile all’Università Favaloro le nuove tecniche di criopreservazione sviluppate dal Cryocenter di Rosario. Questa collaborazione ha creato una serie di dati che potranno essere ulteriormente sviluppati tramite il rinnovo del contributo.

 

Il Progetto con l’Indonesia Training in molecular hepatology and development of the liver research network in Indonesia”consiste nell’ulteriore caratterizzazione del ruolo delle cellule staminali nel cancro epatico umano. Il progetto si svolgerà principalmente in collaborazione con l’Ejikmann Institute di Jakarta e Hasannudin University, Makassar, South Sulawesi, tramite ricercatori indonesiani attualmente in forza presso i laboratori FIF. Ciò consentirà di proseguire ed espandere la caratterizzazione del ruolo delle cellule staminali nel cancro epatico umano ed implementare l’attività di ricerca relativa al progetto sulle cellule staminali in corso di HCC con l’uso anche del modello animale.

 

 

22-03-2017

Ricercatori in classe, gli studenti incontrano Pablo Giraudi

Venerdi 24 Marzo per la serie di incontri Ricercatori in Classe organizzati dalla FUV - Fondazione Umberto Veronesi per la Scuola, gli studenti del Liceo Scientifico Giotto Ulivi di Firenze incontreranno in Fondazione Italiana Fegato il Dott. Pablo Giraudi, borsista di Fondazione Veronesi e Postdoctoral Researcher alla Fondazione Italiana Fegato, PhD in Scienze Biomolecolari.

Il Dott. Giraudi racconterà agli studenti la propria esperienza da
 ricercatore, il suo percorso personale e le sue motivazioni, con l'obbiettivo di avvicinare i ragazzi alla Scienza e alla Ricerca, perchè è fondamentale che i giovani comprendano l’importanza della ricerca e del “fare ricerca” attraverso la testimonianza diretta di chi sta lavorando per il progresso della scienza.

Diamo il Benvenuto agli studenti del Liceo Scientifico Giotto Ulivi di Firenze!

http://www.fuvperlascuola.it/appuntamenti/appuntamento/ricercatori-in-classe-firenze-1#sthash.KgTmJQEW.dpuf

Ricercatori in Classe - Firenze
Liceo Scientifico Giotto Ulivi Firenze
Il Dott. Pablo Giraudi, borsista di Fondazione Veronesi e Postdoctoral Researcher della Fondazione Italiana Fegato, PhD in Scienze Biomolecolari, racconta la propria esperienza da ricercatore agli studenti del Liceo Scientifico Giotto Ulivi, con l'obbiettivo di avvicinare i ragazzi alla Scienza e alla Ricerca.
 
Il progetto "Ricercatori in Classe" prevede che alcuni ricercatori-borsisti di Fondazione Veronesi, dedichino una mattinata ad una Scuola Secondaria di II grado della loro città natale o di residenza, organizzando una o più lezioni con i ragazzi.
 
Crediamo infatti che sia fondamentale che i giovani comprendano l’importanza della ricerca e del “fare ricerca” attraverso la testimonianza diretta di chi sta lavorando per il progresso della scienza. 
Si tratta di un incontro di un’ora e trenta minuti in cui il ricercatore racconterà la sua esperienza professionale, il suo percorso personale e le sue motivazioni.
 
L'incontro è riservato agli studenti della Scuola.
- See more at: http://www.fuvperlascuola.it/appuntamenti/appuntamento/ricercatori-in-classe-firenze-1#sthash.KgTmJQEW.dpuf
Ricercatori in Classe - Firenze
Liceo Scientifico Giotto Ulivi Firenze
Il Dott. Pablo Giraudi, borsista di Fondazione Veronesi e Postdoctoral Researcher della Fondazione Italiana Fegato, PhD in Scienze Biomolecolari, racconta la propria esperienza da ricercatore agli studenti del Liceo Scientifico Giotto Ulivi, con l'obbiettivo di avvicinare i ragazzi alla Scienza e alla Ricerca.
 
Il progetto "Ricercatori in Classe" prevede che alcuni ricercatori-borsisti di Fondazione Veronesi, dedichino una mattinata ad una Scuola Secondaria di II grado della loro città natale o di residenza, organizzando una o più lezioni con i ragazzi.
 
Crediamo infatti che sia fondamentale che i giovani comprendano l’importanza della ricerca e del “fare ricerca” attraverso la testimonianza diretta di chi sta lavorando per il progresso della scienza. 
Si tratta di un incontro di un’ora e trenta minuti in cui il ricercatore racconterà la sua esperienza professionale, il suo percorso personale e le sue motivazioni.
 
L'incontro è riservato agli studenti della Scuola.
- See more at: http://www.fuvperlascuola.it/appuntamenti/appuntamento/ricercatori-in-classe-firenze-1#sthash.KgTmJQEW.dpuf
Ricercatori in Classe - Firenze
Liceo Scientifico Giotto Ulivi Firenze
Il Dott. Pablo Giraudi, borsista di Fondazione Veronesi e Postdoctoral Researcher della Fondazione Italiana Fegato, PhD in Scienze Biomolecolari, racconta la propria esperienza da ricercatore agli studenti del Liceo Scientifico Giotto Ulivi, con l'obbiettivo di avvicinare i ragazzi alla Scienza e alla Ricerca.
 
Il progetto "Ricercatori in Classe" prevede che alcuni ricercatori-borsisti di Fondazione Veronesi, dedichino una mattinata ad una Scuola Secondaria di II grado della loro città natale o di residenza, organizzando una o più lezioni con i ragazzi.
 
Crediamo infatti che sia fondamentale che i giovani comprendano l’importanza della ricerca e del “fare ricerca” attraverso la testimonianza diretta di chi sta lavorando per il progresso della scienza. 
Si tratta di un incontro di un’ora e trenta minuti in cui il ricercatore racconterà la sua esperienza professionale, il suo percorso personale e le sue motivazioni.
 
L'incontro è riservato agli studenti della Scuola.
- See more at: http://www.fuvperlascuola.it/appuntamenti/appuntamento/ricercatori-in-classe-firenze-1#sthash.KgTmJQEW.dpuf
Ricercatori in Classe - Firenze
Liceo Scientifico Giotto Ulivi Firenze
Il Dott. Pablo Giraudi, borsista di Fondazione Veronesi e Postdoctoral Researcher della Fondazione Italiana Fegato, PhD in Scienze Biomolecolari, racconta la propria esperienza da ricercatore agli studenti del Liceo Scientifico Giotto Ulivi, con l'obbiettivo di avvicinare i ragazzi alla Scienza e alla Ricerca.
 
Il progetto "Ricercatori in Classe" prevede che alcuni ricercatori-borsisti di Fondazione Veronesi, dedichino una mattinata ad una Scuola Secondaria di II grado della loro città natale o di residenza, organizzando una o più lezioni con i ragazzi.
 
Crediamo infatti che sia fondamentale che i giovani comprendano l’importanza della ricerca e del “fare ricerca” attraverso la testimonianza diretta di chi sta lavorando per il progresso della scienza. 
Si tratta di un incontro di un’ora e trenta minuti in cui il ricercatore racconterà la sua esperienza professionale, il suo percorso personale e le sue motivazioni.
 
L'incontro è riservato agli studenti della Scuola.
- See more at: http://www.fuvperlascuola.it/appuntamenti/appuntamento/ricercatori-in-classe-firenze-1#sthash.KgTmJQEW.dpuf

20-03-2017

evVIVA Veronica ed Eleonora

Lunedi 20 marzo Veronica Marin ed Eleonora Vianello, studentesse del XXIX° Ciclo di Dottorato in Biomedicina Molecolare all'Univesità di Trieste, hanno presentato con ottimi risultati la VIVA, la discussione pubblica "in viva voce" della tesi di dottorato, che precede di qualche tempo la cerimonia ufficiale.

Eleonora Vianello ha sviluppato una tesi dal titolo:
"In vivo evaluation of biomolecular mechanisms of bilirubin toxicity and pre-clinical therapies”

mentre il titolo della tesi elaborata da Veronica Marin è:
"Non-Alcoholic and Alcoholic Fatty Liver disease: two sides of the same coin"

evVIVA Veronica ed Eleonora, congratulazioni sincere da tutti noi per il lavoro svolto
ed i risultati raggiunti in questi tre anni di dottorato alla FIF!

10-02-2017

Intervista a Bilimetrix

Sul Piccolo di oggi intervista Bilimetrix, la società start-up figlia della Fondazione Italiana Fegato impegnata nello sviluppo di prodotti a basso costo per la diagnosi e il trattamento dell'ittero neonatale.

Bilistick è il nome dello strumento portatile di sua invenzione che in due minuti e a partire da una goccia di sangue misura la concentrazione plasmatica di bilirubina, ed è già stato impiegato in un progetto pilota di monitoraggio ed educazione sull’ittero neonatale in Nigeria, Indonesia ed Egitto, nazioni dove l'ittero severo è la terza causa di morte tra i neonati.

Bilimetrix con il suo importante progetto che può salvare la vita a molti bambini ha ottenuto il finanziamento da parte del MIUR e di Saving Lifes at Birth, prestigiosa fondazione di cui fa parte la Bill&Melinda Gates Foundation.

Leggi l'intervista

03-02-2017

Pubblicato lo Yearly Report 2016

E' online lo Yearly Report 2016, documento che racchiude tutte le esperienze intraprese e promosse dalla Fondazione Italiana Fegato nel corso dell'anno passato.

 

Cliccando sul banner in alto a destra, potrete conoscere i rapporti istituzionali consolidati e rinnovati dalla FIF nel 2016, le attività didattiche e di ricerca sostenute, le relazioni internazionali perseguite e rafforzate, nonchè l'attività clinica svolta presso la Clinica Patologie del Fegato ed il riscontro mediatico ottenuto.

Buona Lettura!

26-01-2017

Articolo FIF su Liver international


Online sull'importante rivista Liver International un articolo FIF sul ruolo protettivo di un modesto aumento della quota di birilubina disciolta nel sangue.

L'aumento del livello di bilirubina sierica è un marker diagnostico ampiamente utilizzato per le malattie epatiche.
Tuttavia, è stato recentemente dimostrato che un lieve aumento della bilirubina sierica non coniugata (come ad esempio nella sindrome di Gilbert) è correlato con un più basso rischio di svilluppare malattie infiammatorie croniche e stress ossidativo.

Di conseguenza, un basso livello di bilirubina è emerso come importante fattore predisponente o un biomarker di condizioni patologiche tra cui tumori e malattie cardiovascolari e possibilmente malattie neurodegenerative.
La bilirubina possiede multiple azioni biologica con interazioni in una complessa rete di vie enzimatiche e di segnalazione. Il fatto che il fegato sia l'organo principale per controllare la biodisponibilità della bilirubina sottolinea il ruolo centrale di questo organo nella salute umana.

Leggi l'articolo

Scarica l'articolo in pdf

25-01-2017

Online su Scientific Reports articolo di Matteo Dal Ben

Appena pubblicato sulla prestigiosa rivista online Scientific Reports un articolo di Matteo Dal Ben, in cui riassume i risultati del suo lavoro di dottorato.

Nella sua ricerca, Matteo ha investigato in vitro i meccanismi di danno di elevati livelli di bilirubina sul sistema nervoso centrale (modello dell’ittero neonatale severo) e, basato su questi risultati, testata l’efficacia di un approccio farmacologico nel proteggere il cervello dal danno neurotossico da bilirubina. La conclusione è molto importante: si è valutata l'efficacia del trattamento farmacologico osservando un significativo recupero dal danno.

Scientific Reports è una rivista on-line ad accesso libero a cura degli editori di Nature.

Leggi l'articolo:

http://www.nature.com/articles/srep41032


10-01-2017

Nuovo accordo bilaterale FIF-Governo Filippino

Il 10 gennaio 2017 è stato siglato un Mou (memorandum of understanding) tra la Fondazione Italiana Fegato e il Governo Filippino per l’avvio di un programma di formazione in epatologia di medici e ricercatori provenienti dal Paese asiatico.
Un protocollo d'intesa o MoU è un documento legale che descrive un accordo bilaterale (o più raramente multilaterale) fra due o più parti ed esprime una convergenza di interessi fra le parti, indicando una comune linea di azione prestabilita.

Sono numerosi gli accordi bilaterali già siglati con università, scuole mediche e centri di ricerca in diversi Paesi del mondo per la formazione di dottorandi PhD, PostDoc e visiting scientists nei laboratori FIF e nelle strutture cliniche collegate. Il lavoro della FIF va da anni in questa direzione con ottimi risultati di cui andiamo orgogliosi: “L'accordo con il Governo delle Filippine – sottolinea Claudio Tiribelli, Direttore Scientifico – è un perfetto esempio di come l’interazione permetta la formazione di ricercatori e medici coinvolti nel campo dell’epatologia traslazionale e ancora più importante, consente di condividere le diverse conoscenze ed expertise, fra le istituzioni e le differenti realtà che cooperano al programma di formazione”.

Il programma di formazione con la FIF è stato presentato attraverso una videoclip insieme ad altre proposte di fellowship in tutto il mondo durante uno speciale evento organizzato dal Ministero della Salute Filippino.
Attendiamo ora le candidature e i primi fellows previsti per l’autunno 2017.

03-01-2017

4 passi tra le nuvole

Il 2016 è stato nuovamente un anno di intensi scambi internazionali per la FIF. Per rafforzare e ramificare i contatti, migliorare le reciproche conoscenze e intessere accordi di collaborazione bilaterale il Direttore Scientifico Claudio Tiribelli ha volato 51 volte, effettuando 11 passaggi intercontinentali e oltrepassando per 8 volte l’equatore, per un totale di 9 giorni trascorsi fra le nuvole.
Prossima tappa prevista Tokyo, per un 2017 ancora più internazionale!