Fondazione Italiana Fegato

Il Fondo per lo Studio delle Malattie del Fegato è stato fondato nel 1983 ed è diventato Ente Morale, primo in Italia, nel 1989 e dal 1998, ONLUS (Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale). Nel marzo 2003 ha inaugurato il Centro Studi Fegato (CSF) situato all’interno del campus di Basovizza dell’AREA Science Park. Il CSF è unico nella sua organizzazione in quanto è stato reso possibile dalla collaborazione tra una struttura no-profit e alcune realtà quali la Fondazione Cassa Risparmio di Trieste, AREA e Università di Trieste oltre ad una importate azienda farmaceutica nazionale quale la Bracco Imaging Spa. Il contributo che ha reso possibile l’apertura del CSF e l’acquisto delle attrezzature maggiori necessarie all’attività di ricerca è stato fornito dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Trieste che ha contribuito con un totale di 1.200.000 Euro in 3 anni. Nel gennaio 2005 il CSF ha generato il Centro Clinico Studi Fegato (CCSF) situato presso l’Ospedale di Cattinara collegando la ricerca di base con quella clinica. Il CCSF, gestito nell’ambito della convenzione tra Azienda Sanitaria Triestina e Università di Trieste a facente parte del SSN, rappresenta la porzione clinica del CSF e di fatto lo completa e lo potenzia. Il CSF e CCSF, cioè lo stretto rapporto operativo e scientifico tra realtà clinica e di base nell’ambito delle malattie di fegato, rappresenta una realtà unica in Italia e con soli 3 altri esempi a livello europeo.

Le attività del CSF-CCSF sono da considerare di eccellenza clinica e di ricerca oltre ad avere definito una collaborazione tra vari enti del tutto antesignana e innovativa. E’ però anche importante capire che per poter proseguire ad espandersi, il CSF-CCSF necessitava di certezze per pianificare il suo sviluppo in modo armonico.

In base a questi presupposti il Fondo Studi Fegato ha definito come progetto prioritario la creazione di una fondazione di partecipazione per poter programmare la politica di sviluppo del CSF-CCSF in prospettiva tramite l’istituzionalizzazione del centro. Il 21 luglio 2008 si è costituita la Fondazione Italiana Fegato-ONLUS,  fondazione di partecipazione che vede la presenza, assieme alla Regione FVG, di soci fondatori quali:

il FONDO PER LO STUDIO DELLE MALATTIE DEL FEGATO – ONLUS


il CONSORZIO PER L’AREA DI RICERCA SCIENTIFICA E TECNOLOGICA DI TRIESTE


l’AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA “OSPEDALI RIUNITI” DI TRIESTE e


AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA “S.MARIA DELLA MISERICORDIA” DI UDINE,


l’UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TRIESTE, il CONSORZIO PER IL CENTRO DI BIOMEDICINA MOLECOLARE

ed il CENTRO DI RIFERIMENTO ONCOLOGICO DI AVIANO che si sono impegnati a contribuire per un periodo sufficientemente lungo alle attività del CSF-CCSF.

La costituzione della Fondazione ha rappresentato l’atto finale di una serie di accordi di massima raggiunti con la Regione ed altri enti privati ed istituzionali per la costituzione di un soggetto capace di coordinare ricerca di base e attività clinica nell’ambito della Regione Friuli Venezia Giulia.

Prima in Italia, la fondazione nasce dalla stretta sinergia fra le due direzioni regionali che fanno capo ai due assessorati (salute e lavoro) e che si sono impegnate a stanziare una cospicua somma per la sua costituzione e per il suo sviluppo negli anni successivi. La fondazione ha tre scopi essenziali. Il primo è di natura clinica e mira a dare servizi d’eccellenza nella gestione delle patologie del fegato. Il secondo scopo riguarda direttamente la ricerca, che viene fatta sia a livello clinico che di base. Il terzo scopo dell’iniziativa è educazionale e formativo e intende fare della fondazione un polo di riferimento per quanti intendono approfondire, provenendo dall’Italia e da altri Paesi, le loro conoscenze in questo particolare campo della medicina.