Archivio News

15-01-2022

Ricerchiamo un/una PostDoc Researcher

Contratto 12 mesi
Data scadenza bando: 15 febbraio 2022
Inizio attività: 1 marzo 2022

La collaborazione sarà incentrata sulla ricerca traslazionale in epatologia, particolarmente nell’ambito della ricerca di biomarcatori non invasivi per la diagnosi precoce del cancro al fegato. Sarà svolta presso i laboratori della Fondazione Italiana Fegato Onlus (FIF) - Trieste.

Potranno partecipare alla selezione i candidati di ogni nazionalità in possesso di titolo di dottore di ricerca da almeno 1 anno a con 1 anno di esperienza post-dottorato, al fine di svolgere le attività scientifiche legate al progetto “Piattaforma transfrontaliera per una efficiente gestione delle biobanche” (C3B), (programma “INTERREG Italia-Slovenia”, bando 7/2019 – Asse 4, CUP: J95F19000490006)

Per la candidatura inviare il proprio CV a direzionefif@fegato.it indicando in oggetto la dicitura
“CANDIDATURA POSTDOC INTERREG”.
La domanda andrà presentata entro il 15 febbraio 2022.
I candidati selezionati saranno intervistati in data da definire con gli stessi. La valutazione da parte del SC sarà resa nota entro il 25 febbraio 2022. La data di inizio è fissata per il 1 marzo 2022.

Ogni pubblicazione derivante dall’attività di ricerca deve riportare indicazione del supporto da parte di INTERREG Italia-Slovenia”, bando 7/2019 – Asse 4, CUP: J95F19000490006

Tutti i requisiti nel bando. Scarica il bando al seguente link:

Bando PostDoc Progetto Interreg - C3B

04-01-2022

Intervista a RADAR - RadioRAI FVG sul Progetto GenIA

"RADAR - Segnali dalla scienza, dalla cultura, dalla società"
Puntata 04/01/2022

Intervista con il Direttore Scientifico Claudio Tiribelli e il CEO di Prodigy Diego Sardon sull'importante Progetto GenIA, sviluppato in sinergia con Insiel SpA per la diagnosi precoce delle malattie epatiche attraverso l'Intelligenza Artificiale

Ascolta l'intervista:

29-12-2021

Intervista a Telequattro - Trieste in diretta sul Porgetto GenIA

Il Progetto GenIA si propone prevenire le malattie del fegato tramite l'Intelligenza Artificiale, permettendo una diagnosi precoce delle malattie epatiche. Per apppofondire questo importante progetto, il Prof. Claudio Tiribelli, Direttore Scientifico della Fondazione Italiana Fegato è stato ospite della trasmissione Trieste in Diretta su Telequattro insieme con il Direttore Insiel Diego Antonini e il CEO di Prodigy Diego Sardon

Guarda l'intervista a Trasmissione 'Trieste in Diretta'

 

Leggi tutto...

21-12-2021

Piattaforma GenIA : Big Data e Intelligenza artificiale contro le malattie del fegato

La Fondazione Italiana Fegato in collaborazione con Prodigys Group (data analysis, strategie digitale e intelligenza artificiale applicata all’analisi dei dati) e Insiel S.p.A (tecnologie dell’informazione e della comunicazione, progettazione e gestione di servizi informatici per conto della Regione Friuli Venezia Giulia) ha sviluppato un’innovativa piattaforma digitale per l’integrazione di big data clinici e molecolari di pazienti affetti da diverse malattie epatiche, come tumore al fegato, steatoepatite e steatosi epatica
L’importante sinergia favorirà lo sviluppo di una metodologia d’avanguardia, da poter esportare ad altre realtà nazionali e internazionali.  GenIA, questo il nome della progetto, è un’innovativa piattaforma per la prevenzione e il controllo delle malattie croniche del fegato attraverso l’Intelligenza Artificiale

Il progetto è stato illustrato con una conferenza stampa dal Direttore scientifico della Fondazione Italiana Fegato Claudio Tiribelli, dal responsabile di Insiel Shai Misan, alla presenza dei rispettivi Presidenti Decio Ripandelli e Diego Antonini, con le conclusioni sulle prospettive future e i benefici previsti per il sistema sanitario regionale l’Assessore alla Sanità della Regione Friuli Venezia Giulia Riccardo Riccardi.

Numerosi sono i vantaggi previsti grazie alla realizzazione del progetto GenIA, la cui fase progettuale prevede un totale anonimato dei dati messi a disposizione dalla Regione Friuli Venezia Giulia attraverso Insiel, mentre a regime gli aspetti di privacy e interazione con il paziente saranno a carico delle aziende sanitarie competenti. Fra i possibili benefici per il paziente, la possibilità di una diagnosi precoce e quindi il miglioramento della qualità della vita e una riduzione dei costi indiretti; per il medico una standardizzazione diagnostica, l’ottimizzazione nella gestione del paziente, la riduzione di analisi e refertazione e una migliore interpretazione dei dati clinici biochimici; per il sistema sanitario regionale una sensibile riduzione dei costi, una riduzione dei tempi di attesa e un’ottimizzazione delle risorse ospedaliere.

GenIA usa algoritmi di Machine/Deep Learning per realizzare i suoi modelli predittivi. Nel progetto pilota sono stati messi a punto due differenti modelli per lavorare in sinergia: un modello diagnostico Decision Tree basato su un sistema evento decisione, che simula il comportamento del medico fornendo supporto alla diagnosi dello stato corrente del paziente; un modello prognostico realizzato usando Recurrent Neural Networks in grado di prevedere, per periodi futuri, i valori di biomarker individuati da analisi del sangue. Lo studio condotto su un database ottenuto dalla rete ha permesso di verificare l’affidabilità del sistema (90% di accuratezza) nell’individuare la malattia e soprattutto la sua possibile progressione.

Mediante l’analisi dei dati e la successiva visualizzazione, la piattaforma consentirà una più efficiente interpretazione dei dati clinici e di conseguenza un migliore management e monitoraggio delle malattie epatiche croniche (steatoepatite, cirrosi alcolica/non alcolica, epatiti virali, tumore al fegato, etc.), e condizioni associate come obesità, diabete tipo 2, malattie cardiovascolari. La piattaforma favorirà la trasformazione della corrente pratica clinica da generalista a personalizzata apportando una maggiore affidabilità e tempestività nella diagnosi e appropriatezza decisionale nel trattamento.


Nella foto: il Presidente FIF Decio Ripandelli, il vicegovernatore Regione FVG Riccardo Riccardi, il Presidente Insiel Diego Antonini
D Ripandelli D Antonini S Misan
Nella foto: il Presidente FIF Decio Ripandelli, il Direttore Scientifico FIF Claudio Tiribelli, il vicegovernatore Regione FVG Riccardo Riccardi, il Presidente Insiel Diego Antonini, responsabile Insiel Shai Misan

20-12-2021

Buon Natale - Merry Christmas

Auguri di Buon Natale e di un 2022 pieno di Gioia, Salute e Felicità

Da tutto il team della Fondazione Italiana Fegato

 

Best wishes for a Merry Christmas and a 2022 full of Joy, Health and Happiness

From the whole team of the Italian Liver Foundation

24-11-2021

FLI: a landmark contribution of FIF to the diagnosis of the fatty liver and several other diseases

New article on Metabolism and Target Organ Damage
"The Fatty liver Index (FLI) 15 years later: a reappraisal"

 

Lonardo A, Ballestri S, Bedogni G, Bellentani S, Tiribelli C. The Fatty liver Index (FLI) 15 years later: a reappraisal. Metab Target Organ Damage 2021;1:10 . http://dx.doi.org/10.20517/mtod.2021.08

Leggi tutto...

18-11-2021

FIF Annual Meeting of the Scientific Committee 2021

Si è svolta giovedì 18 novembre 2021 la quindicesima riunione del Comitato Scientifico (CS) della FIF, tenutosi nuovamente in versione virtuale a causa del protrarsi della pandemia da COVID19. Questo ha consentito la partecipazione di una cinquantina di collaboratori della FIF sparsi in tutto il mondo, dal Messico all’Indonesia alle Filippine fino alla vicina SISSA!

I lavori sono iniziati con i saluti del Presidente della FIF, Decio Ripandelli, che ha dato il benvenuto al nuovo Presidente del Comitato Scientifico Prof. Tito Baralle. Il Prof. Baralle che si è detto contento di aver intrapreso questo ruolo per la qualità scientifica e l’entusiasmo umano che ha trovato in FIF.

La parola è poi passata al Direttore Scientifico della FIF, Prof. Claudio Tiribelli, che ha espresso la soddisfazione per la presenza del Dr Fortunato de la Peña, Secretary of the Department of Science and Technology of the Philippines, che si è reso disponibile a tenere la lettura iniziale dal titolo” Accelerating Medical Research and Knowledge Breakthroughs through International Collaboration: The liver collaboration example”. Gli accordi tra la FIF e il governo della Filippine rappresentano un esempio virtuoso di collaborazione internazionale dove la FIF offre la possibilità di una formazione in epatologia traslazionale ospitando studenti e ricercatori filippini che arricchiscono la FIF con la loro e motivazione, preparazione e grande carica umana. La lettura ha evidenziato il ruolo fondamentarle di FIF e governo filippino nel definire la rete fegato in quel paese.

È stata poi la volta dei Senior Scientists della FIF che hanno presentato i risultati ottenuti nell’ultimo anno con particolare attenzione alle prospettive future. Le presentazioni hanno spaziato su tutte le linee di ricerca presenti che vanno dai meccanismi molecolari della neurotossicità della bilirubina nel neonato, agli aspetti protettivi dell’iperbilirubinemia lieve nel Parkinson e nella sindrome metabolica, alla ricerca di biomarker non invasivi per la progressione della steatoepatite in fibrosi, alla possibilità di usare miRNA per monitorare l’effetto della terapia nell’HCC ed effettuare una diagnosi precoce, ai diversi profili di cancer stem cells nell’epatocarcinoma a seconda dell’eziologia e della provenienza geografica. Sono state evidenziate le numerose collaborazioni, sia cliniche che nella ricerca di base, a livello italiano, europeo e mondiale che hanno consentito di arrivare quest’anno a pubblicare 49 lavori con un impact factor totale di 237. Come consuetudine al termine è stata annunciata la data della prossima riunione annuale del CS che sarà il 17 novembre 2022.

Il Comitato Scientifico si è poi riunito in maniera ristretta sotto la guida del Presidente, Prof. Baralle, per valutare l’attività svolta e stabilire le linee future.

ENGLISH VERSION

The 15th meeting of the Scientific Committee (CS) of the FIF took place on Thursday 18 November 2021 , again held in virtual version due to the protraction of the COVID19 pandemic. This allowed the participation of about fifty FIF collaborators spread all over the world, from Mexico to Indonesia to the Philippines up to nearby SISSA - International School for Advanced Studies

The work began with the greetings of the FIF President, Decio Ripandelli, who welcomed the new President of the Scientific Committee Prof. Tito Baralle. Prof. Baralle who said he was happy to have taken on this role due to the scientific quality and human enthusiasm he found in FIF.

The word was then passed to the Scientific Director of the FIF, Prof. Claudio Tiribelli, who expressed his satisfaction with the presence of the  Dr  Fortunato de la Peña, Secretary of the Department of Science and Technology of the Philippines , who made himself available to give the initial lecture entitled "Accelerating Medical Research and Knowledge Breakthroughs through International Collaboration: The liver collaboration example". The agreements between the FIF and the government of the Philippines represent a virtuous example of international collaboration where the FIF offers the possibility of training in translational hepatology by hosting Filipino students and researchers who enrich the FIF with their motivation, preparation and great human charge.The reading highlighted the fundamental role of FIF and the Philippine government in defining the liver network in that country. 

It was then the turn of the FIF Senior Scientists who presented the results obtained in the last year with particular attention to future prospects. The presentations ranged on all the research lines present ranging from the molecular mechanisms of bilirubin neurotoxicity in the newborn , to the protective aspects of mild hyperbilirubinemia in Parkinson's and metabolic syndrome, to the search for non-invasive biomarkers for the progression of steatohepatitis into fibrosis. , the possibility of using miRNA to monitor the effect of therapy in HCC and make an early diagnosis, the different profiles of cancer stem cells in hepatocarcinoma depending on the etiology and geographic origin. The numerous collaborations, both clinical and in basic research, at Italian, European and world level were highlighted, which have allowed us to publish 49 works this year with a total impact factor of 237. As usual, at the end the date of the next annual meeting of the SC which will be November 17, 2022.

The Scientific Committee then met in a restricted manner under the guidance of the President, Prof. Baralle, to evaluate the activity carried out and establish future guidelines.

 

29-09-2021

Big achievement

Our Scientific Director Claudio Tiribelli received the yearly award of the Pediatric Academic Societies as pioneer in Bilirubin research. Congratulations for this well deserved honor engraved in a marble green plate

Bilirubin Club Award
Presented to Professor
Claudio Tiribelli

"In recognition of a distinguished career as a global leader of research on newborn jaundice and of your efforts to prevent injury caused by bilirubin"

 

26-09-2021

E' nato Tomàs

Alla FIF è arrivato un nuovo piccolo fellow!
E' nato Tomàs!
Ci uniamo alla gioia di mamma Natalia, papà Carlos e del fratellino Matteo.

Un abbraccio forte a tutta la famiglia da tutto lo staff della FIF

Benvenuto Tomàs e non vediamo l'ora di conoscerti!

13-09-2021

La FIF a Trieste NEXT 2021

La Fondazione Italiana Fegato sarà presente a Trieste Next, il Festival della ricerca scientifica in programma dal 24 al 26 settembre con le seguenti iniziative: 

venerdi 24 – sabato 25 – domenica 26 settembre:

— Area Stand Piazza Unità d'Italia, Trieste, Italia

Attività interattive:
LA CELLULA EPATICA
LA CELLULA NERVOSA

Dove sono posizionati i principali organi del corpo umano? Come funzionano le cellule? Come sono collegate tra loro? C’è un collegamento tra fegato e cervello? Attraverso due modelli, uno di cellula epatica e uno di cellula nervosa vengono illustrate le principali funzioni svolte da questi organi in condizioni normali e anche nei processi di malattia.

Destinatari:
TUTTI

A cura di: FIF - Fondazione Italiana Fegato

L’accesso a Trieste Next 2021 è regolato da Green Pass.

VI ASPETTIAMO A TRIESTE NEXT