Archivio News

27-11-2020

Nuovo presidente del Comitato Scientifico FIF

    

 
   

La seduta del Consiglio di Indirizzo del 27 novembre 2020 ha formalizzato la prestigiosa nomina del Prof. Francisco E. Baralle quale Presidente del Comitato Scientifico della Fondazione Italiana Fegato.

Cenni biografici

Laurea e Dottorato in Chimica e in Medicina. Dopo aver completato il suo dottorato di ricerca, presso il Dipartimento di Chimica Organica all’Università di Bueno Aires, si è trasferito all'Instituto de Investigaciones Bioquimicas Fundacion Campomar diretto da Luis F Leloir (Premio Nobel per la Chimica nel 1970). Nel 1974 si è trasferito al MRC – Laboratory of Molecular Biology di Cambridge (Regno Unito), dove ha lavorato nella Divisione diretta dal Dr. Frederick Sanger (anche lui Premio Nobel per la Chimica nel 1958 e nel 1980).
Dal 1980 al 1990 è stato docente universitario di patologia all'Università di Oxford e membro del Magdalen College. Nel 1980 è stato eletto membro della European Molecular Biology Organisation (EMBO). Nel 1993 è stato insignito del Platinum Konex Prize for Science and Technology (Argentina) come miglior scienziato del decennio in genetica e citologia e nel 2001 è stato eletto membro dell'Accademia delle scienze argentina.
Nel 2010 è stato eletto membro dell'Accademia Mondiale delle Scienze (TWAS), insignito della Targa d'oro dell'Università di Nova Gorica per la cooperazione internazionale e del Premio Raices per la promozione della cooperazione scientifica con l'Argentina e nel 2014 gli è stato conferito un MD Honoris Causae dal Facoltà di Medicina di Montevideo. Nel 2016 è stato nominato Copernicus Visiting Scientist dell'Università di Ferrara. Nel settembre 1990 è stato nominato Direttore della Componente Trieste dell'ICGEB (Centro Internazionale d’Ingegneria Genetica e Biotecnologia) e tra il 2004 e il 2014 è stato Direttore Generale dello stesso istituto, con le sue tre Componenti di Trieste, New Delhi e Città del Capo, continuando comunque le sue attività di ricerca presso lo stesso istituto fino al 2017.

Per quanto riguarda i suoi risultati scientifici va ricordato che nel 1977, il Prof. Baralle ha pubblicato la sequenza dell'RNA messaggero che codifica per la beta-globina, la prima struttura primaria completa di un mRNA eucariotico. Nel 1979, il suo gruppo ha isolato il gene per l'epsilon-globina umana, un componente dell'emoglobina embrionale umana. Ha inoltre contribuito allo studio dei fattori genetici coinvolti nella suscettibilità all'ipertensione, all'aterosclerosi e alle malattie coronariche. È stato uno dei primi a descrivere il processo di splicing alternativo pre-mRNA negli anni '80, e da allora ha dato un contributo fondamentale alla comprensione dei meccanismi molecolari coinvolti in questo importante processo cellulare, sia in persone sane che malate. Il Prof. Baralle ha guidato il progetto mis splicing e malattia all'interno della rete europea di eccellenza per lo splicing alternativo dell'RNA (EURASNET) che ha coinvolto strette collaborazioni europee nella ricerca di base e clinica. Più recentemente ha concentrato i suoi studi su un fattore di splicing, il TDP 43, che gioca un ruolo fondamentale nella patogenesi della Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA). Inoltre, oltre ai campi di ricerca di base sopra menzionati, ha fondato il gruppo ICGEB Biotechnology Development e trasferito la tecnologia per la produzione di biofarmaci ricombinanti ai paesi in via di sviluppo in Sud America, Africa e Asia.
Dopo aver lasciato l’ICGEB nel 2018 è diventato membro del Comitato Scientifico della Fondazione Italiana Fegato dove è anche Guest Scientist.

 

26-11-2020

La FIF a Sharper - La Notte dei Ricercatori

Il 26, 27 e 28 novembre Trieste ospita la Notte dei Ricercatori. Esclusivamente online, torna l'evento internazionale, promosso dalla Commissione Europea, che vede coinvolti migliaia di ricercatori in centinaia di città europee. Il pubblico potrà seguire le diverse attività da casa (o da scuola): distanziati, ma partecipi di un evento collettivo.

A Trieste SHARPER è organizzato dall'Immaginario Scientifico assieme al Comune di Trieste e agli enti scientifici del Protocollo d'Intesa Trieste Città della Conoscenza, di cui fa parte anche la Fondazione Italiana Fegato, in collaborazione con altre istituzioni e associazioni della città e centri di ricerca del sistema cittadino.

La FIF parteciperà con l'evento online in programma venerdi 27 novembre alle 19.00

MANGIO ERGO SUM. LE SCELTE ALIMENTARI CI FANNO ESSERE QUELLO CHE SIAMO

con Natalia Rosso, senior researcher Fondazione Italiana Fegato

Presenta Daniele Tavagnacco, Associazione Science Industries

Lo stile di vita “moderno” condiziona direttamente le nostre scelte alimentare giornaliere. Noi non mangiamo nello stesso modo che mangiavano i nostri genitori, e nostri figli non mangiano come mangiavamo noi alla loro età. Queste variazioni nel tipo di alimenti hanno delle conseguenze nel nostro organismo. In questo incontro si discuterà sull’effetto che le nostre scelte alimentare hanno sulla nostra salute.

Guarda l'evento all’indirizzo:
https://youtu.be/XMpQTAEYIDU

 

Leggi tutto...

25-11-2020

La FIF a Telequattro - Trieste in diretta

Il Direttore Scientifico FIF Prof. Claudio Tiribelli, il Presidente Decio Ripandelli e la Dr.ssa Natalia Rosso, Senior Scientist, sono stati ospiti alla trasmissione di Telequattro “Trieste in Diretta” per un’intervista sul progetto di ricerca triennale ProFeGra, finanziato dalla Fondazione CRTrieste, e sviluppato dal team coordinato dalla D.ssa Rosso.

Il progetto ProFegra si concentra sullo studio delle complicanze a livello epatico e metabolico dell’obesità, sempre più diffusa anche in età pediatrica. Nell’intervista sono stati messi in luce i risultati finora raggiunti, e gli obiettivi più a lungo termine sottolineando l’importanza di progetti di ampio respiro e lungimiranti come il progetto ProFegra, che con la sua durata triennale permette di pianificare correttamente le diverse fasi della ricerca e meglio si adegua ai tempi della ricerca di laboratorio. Guarda l'intervista

Sintesi progetto PROFEGRA

Nelle generazioni passate, l’invecchiamento era considerato uno dei fattori di rischio più importanti per la comparsa di complicanze metaboliche tali come l’obesità, l’arteriosclerosi e il diabete mellito tipo 2. Una attuale sfida per il sistema sanitario è rappresentata dall’aumento dei casi di obesità infantile/giovanile che hanno come conseguenza la comparsa di complicanze in età più precoce. Una delle alterazioni associate con l’obesità è il fegato grasso, caratterizzata da un accumulo anormale di grasso all’interno delle cellule epatiche. Il fegato grasso è altamente prevalente nella nostra società. All’inizio questa alterazione epatica è benigna e del tutto reversibile. Siccome al momento non esiste una vera terapia farmacologica, l’unico approccio efficace sarebbe il cambio di stile di vita (dieta e attività fisica). Purtroppo cambiare lo stile di vita è molto difficile per la gran parte dei soggetti affetti da questa alterazione, dunque il fegato grasso può progredire verso stadi più severi ed irreversibili quali la steatoepatite (infiammazione del fegato indotta dal grasso) la cirrosi epatica e addirittura la comparsa di tumori al fegato.

Il progetto PROFEGRA ha come obiettivo lo studio dei determinanti molecolari coinvolti nella progressione della malattia, la valutazione di nuovi ingredienti presenti nella dieta con proprietà benefiche, e la scoperta di biomarcatori non invasivi per la diagnosi precoce della steatoepatite. L’approccio sperimentale di questo progetto è quello che viene definito come traslazionale, ovvero partire dall’evidenza clinica con soggetti obesi, per riprodurla in laboratorio utilizzando i modelli esperimentali per poter fornire delle risposte alle necessità cliniche.

Guarda l'intervista sul canale YouTube di Telequattro

19-11-2020

Comitato Scientifico (CS) FIF 2020

Si è svolta giovedì 19 novembre 2020 la quattordicesima riunione del Comitato Scientifico (CS) della FIF, tenutosi quest’anno in versione virtuale a causa della pandemia da COVID19. Pur nel limite di non poter interagire fisicamente, questo ha però consentito a numerosi collaboratori della FIF sparsi in tutto il mondo di seguire i lavori.

I lavori sono iniziati con i saluti del presidente della FIF, Decio Ripandelli, che, dopo essersi presentato ha espresso la sua soddisfazione nel ricoprire il nuovo ruolo. Il Direttore Scientifico, Claudio Tiribelli, ha dato poi l’avvio ai lavori, ringraziando in particolare coloro che, collegati dalle Filippine, dal Mexico e dall’Argentina, stavano rinunciando alle ore di riposo per partecipare al CS.

La lettura magistrale “Bilirubin in health and diseases” è stata tenuta dal Prof. Libor Vitek dell’Università di Praga che ha parlato della bilirubina nei suoi aspetti protettivi e patologici.

È stata poi la volta dei Senior Scientists della FIF che hanno presentato i risultati ottenuti nell’ultimo anno con particolare attenzione alle prospettive future. Le presentazioni hanno spaziato su tutte le linee di ricerca presenti che vanno dai meccanismi molecolari della neurotossicità della bilirubina nel neonato, agli aspetti protettivi dell’iperbilirubinemia lieve nel Parkinson e nella sindrome metabolica, alla ricerca di biomarker non invasivi per la progressione della steatoepatite in fibrosi, alla possibilità di usare miRNA per monitorare l’effetto della terapia nell’HCC ed effettuare una diagnosi precoce, ai diversi profili di cancer stem cells nell’epatocarcinoma a seconda dell’eziologia e della provenienza geografica. Sono state evidenziate le numerose collaborazioni a livello italiano, europeo e mondiale che hanno consentito di arrivare quest’anno a pubblicare 45 lavori con un impact factor totale di 244. Al termine il prof. Tiribelli ha anche annunciato che, pur nelle limitazioni relative agli spostamenti dovute alla pandemia, la FIF ha lavorato per organizzare un fitto calendario di Yellow Webinars, disponibili per tutti dal sito della FIF, che prevederanno gli interventi di scienziati di altissimo livello nel campo dell’epatologia. Si inizierà il 30 novembre con cadenza mensile o bimensile.

Come consuetudine al termine è stata annunciata la data della prossima riunione annuale del CS che sarà il 18 novembre 2021.

 

30-10-2020

YELLOW WEBINARS

Il lancio degli YELLOW WEBINARS aggiunge un'importante attività al ruolo multitasking la Fondazione Italiana Fegato. Poiché la pandemia del 2020 ha cambiato sostanzialmente le nostre vite, abbiamo deciso di trasformare i tradizionali  Yellow Seminars in presenza in Yellow Webinars consentendo alla FIF di diffondere meglio e ampiamente il messaggio scientifico e, allo stesso tempo, ridurre le spese per gli spostamenti.

The launch of the Yellow Webinars adds an important activity at the multitasking role of The Italian Liver Foundation. As the 2020 pandemic substantially changed our lives, we decided to transform our traditional Yellow Seminars into the Yellow Webinars allowing FIF to better and widely disseminate the scientific message and at the same time, reduce the burden of travel.


Gli Yellow Webinars si terranno sulla nostra piattaforma Zoom:
The Yellow Webinars will be hosted by our Zoom platform:

ZOOM Meeting ID: 917 8707 988

Passcode: liver


Forniamo di seguito il Calendario aggiornato degli Yellow Webinars fino ad aprile 2021, preparato grazie ai suggerimenti di tutto il Team FIF. Ci auguriamo che lo apprezziate e lo troviate interessante e arricchente.

Si prega di inviare e diffondere a qualsiasi persona interessata.
L'account FIF Zoom può ospitare fino a 100 partecipanti.

-------------

We provide hereby the updated Calendar of the Yellow Webinars until April 2021, prepared thanks to the suggestions of all the FIF Team. We do hope you appreciate it and find it interesting and enriching.

Please POST AND CIRCULATE to any interested person.
FIF Zoom account can host up to 100 participants.

DOWNLOAD YW CALENDAR

28-10-2020

Incontro fra i vertici FIF ed il Presidente ed il Vicepresidente della Regione FVG

L’incontro tra il Presidente e il Vicepresidente della Regione con il Presidente, Vicepresidente e Direttore Scientifico della FIF ha permesso di verificare l’attiva interazione esistente tra le due istituzioni e di discuterne il futuro, anche in chiave di allargamento della partecipazione a FIF e di una possibile collaborazione interregionale con la Regione Veneto. L’incontro è stato mutualmente apprezzato.

23-10-2020

Happy PhD Graduation

Il dott. Yogi Pratama ha concluso oggi con successo il suo triennio di dottorato in biomedicina molecolare presso i laboratori della Fondazione difendendo una tesi dal titolo: Translational studies on microRNA in Hepatocellular Carcinoma: from diagnostic and prognostic biomarkers to molecular effectors.

Congratulazioni da tutto il team della FIF!!

 

10-10-2020

Olio extravergine di oliva, un mare di salute

La FIF partecipa con la D.ssa Natalia Rosso al convegno “Olio extravergine di oliva, un mare di salute” in programma sabato 10 ottobre 2020 ore 10.15 presso lo Stand della Camera di Commercio di Trieste della Barcolana, in Piazza Unità d'Italia con l'obiettivo di informare i cittadini non solo sul valore nutrizionale ma anche sugli effetti positivi a livello di prevenzione, garantiti dall’utilizzo quotidiano dell’olio extravergine di oliva.

Il convegno prevede la presenza di un team multidisciplinare dove figure come il medico, il ricercatore e l'imprenditore aprono un dialogo con il pubblico mettendo a disposizione le loro conoscenze.

E’ un momento di divulgazione importante per promuovere uno stile di vita sano partendo dall'alimentazione. Si parte dalle nozioni Ippocratiche, “la salute richiede la conoscenza del potere dei cibi naturali o elaborati” e in quest’ottica si inizia un discorso multidiscipinare, dove medico, ricercatore e produttore dialogano di argomenti tanto importanti come salute, prevenzione e alimentazione.

Intervengono:
- Dott.ssa Natalia Rosso, senior scientist della Fondazione Italiana Fegato
- Prof.ssa Antonella Calabretti, docente di Chimica degli alimenti e Legislazione Farmaceutica, presso l’Università degli studi di Trieste
- Elena Parovel, imprenditrice triestina ed elemento portante del "Comitato promotore per la valorizzazione dell'olio extravergine d'oliva di Trieste"
- Prof.ssa Bruna Scaggiante, docente di Biologia Molecolare all’Università degli Studi di Trieste e presidente della LILT di Trieste.
- Prof.ssa Deborah Bonazza, referente per la ricerca dell'UCO di Anatomia ed Istologia Patologica e docente di Anatomia e Istologia presso l’Università degli studi di Trieste

Programma:
OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA UN MARE DI SALUTE
10.15 Dalla mitologia ai nostri piatti – dott.ssa Deborah Bonazza
10.25 Olio extravergine di oliva di Trieste: passato, presente e futuro – Elena Parovel
10.35 Aspetti nutraceutici dell’olio extravergine di oliva – prof.ssa Antonella Calabretti
10.55 Olio extravergine di oliva alleato del fegato – dott.ssa Natalia Rosso
11.05 Chiusura dei lavori con la prof.ssa Bruna Scaggiante

 

17-09-2020

La FIF è a Trieste NEXT

Annunciamo che la Fondazione Italiana Fegato sarà presente a Trieste Next, il Festival della ricerca scientifica in programma dal 25 al 27 settembre pv. con le seguenti iniziative: 

venerdi 25 – sabato 26 – domenica 27 settembre:

Area Stand
Piazza Unità d'Italia, Trieste, Italia
LA CELLULA EPATICA AL LAVORO
Attività interattiva

Il fegato è il più grande organo solido del corpo umano, svolge molte funzioni vitali per il nostro organismo. Ha la notevole capacità di rigenerare quando è danneggiato... e non invecchia! Tuttavia ci sono alcune situazioni che lo mettono “alle strette”. Attraverso un modello di cellula epatica vengono illustrate le funzioni svolte da questo organo in condizioni normali e anche nei processi di malattia che lo stressano o danneggiano.

Destinatari: TUTTI

A cura di: FIF - Fondazione Italiana Fegato

L’accesso all’attività è LIBERO – mantenendo il rispetto delle misure della normativa Covid anticontagio.
____________________________________________________________________________________
 Conferenze con PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA:

venerdì 25 settembre 2020 / ore 16:30 - 17:45

— Area Talk
Piazza Unità d'Italia, Trieste, Italia

AGRICOLTURA VIRTUOSA: ALLEATA DELL’AMBIENTE E DELLA SALUTE UMANA?

Sezione
Incontri con la scienza

Quali possono essere le sinergie tra agricoltura virtuosa e obesità? In che modo l'agricoltura virtuosa può beneficiare sia l'ambiente sia la salute umana? Da un lato verranno analizzate le possibili strategie e progetti per lo sviluppo della VA, e dall'altro i benefici epatici che questo approccio avrebbe nell'evitare la crescente incidenza del fegato grasso e le sue complicanze.

Intervengono

Luciano Navarini, responsabile Ricerca e coordinamento scientifico illycaffé

Natalia Rosso, senior researcher Fondazione Italiana Fegato

Claudio Tiribelli, direttore scientifico Fondazione Italiana Fegato

Luca Turello, responsabile sperimentazione agronomica illycaffé

Modera

Cristina Serra, giornalista scientifico, TWAS - Public Information Office

A cura di Fondazione Italiana Fegato

NB: LA PRENOTAZIONE È OBBLIGATORIA.

PRENOTA IL POSTO IN SALA

REGISTRATI ALL'EVENTO IN DIGITALE

____________________________________________________________________________________________________

sabato 26 settembre 2020 / ore 16:30 - 17:45

— Museo Revoltella
Via Armando Diaz, 27, Trieste, Italia

L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE A SERVIZIO DELLA GENOMICA: NUOVA FRONTIERA NELLA MEDICINA PERSONALIZZATA

Sezione
Incontri con la scienza

Intervengono

Diego Sardon, amministratore delegato Bilimetrix

Fulvio Sbroiavacca, direttore Innovazione e Governo ICT Insiel

Roberto Sirica, bioinformatico Centro Ames

Claudio Tiribelli, direttore scientifico Fondazione Italiana Fegato

A cura di Insiel e Fondazione Italiana Fegato

NB: LA PRENOTAZIONE È OBBLIGATORIA.

PRENOTA IL POSTO IN SALA
_______________________________________________________________________________________

VI ASPETTIAMO A TRIESTE NEXT!

Click HERE to download the English version

14-09-2020

Scopri la FIF

La Fondazione Italiana Fegato (FIF) è in prima linea nella ricerca sulle malattie del fegato.
Scopri la FIF attraverso questo breve video nel suo lavoro su varie linee di ricerca traslazionale, cercando di colmare il divario tra il letto del paziente e il bancone del laboratorio, nella diagnosi e la cura delle malattie del fegato.
----------
Fondazione Italiana Fegato (FIF) stands at the forefront of liver disease research.
Learn about FIF and its several activities through this brief video - the various translational researches bridge gaps between bedside and bench to diagnose and treat liver diseases.
 
 

 

Leggi tutto...