La FIF rinnova la collaborazione con le Filippine

Lo scorso 18 agosto la Fondazione Italiana Fegato (FIF) ha firmato il Memorandum of Understanding (MOU), con Dipartimento di Scienza e Tecnologia - Philippine Council for Health Research and Development (DOST-PCHRD) e l’Università delle Filippine Manila (UP Manila), per formalizzare l'impegno delle parti nel progresso della ricerca sul fegato. "È il momento opportuno per realizzare e ribadire lo situazione delle Filippine in termini di salute del fegato, e nel quale questa collaborazione e le azioni che stiamo intraprendendo sono cruciali per migliorare la vita dei nostri connazionali", ha commentato Jaime Montoya, direttore esecutivo del DOST-PCHRD.

Questa partnership tripartita promuoverà sforzi di ricerca congiunti e iniziative di rafforzamento delle capacità sulla ricerca sul fegato sia per i ricercatori filippini che per quelli italiani. Uno dei principali risultati attesi è l'organizzazione del Philippine Liver Network composto da istituti accademici e di ricerca filippini. "La rete diventerà il fulcro naturale in cui si terrà la collaborazione tra la Fondazione, DOST e UP Manila", ha affermato il presidente della FIF Decio Ripandelli, sottolineando l'importanza della rete nel consentire una ricerca sul fegato sostenibile.

La FIF, un'istituzione leader nel campo della ricerca traslazionale nelle malattie del fegato, condividerà la sua esperienza nello stabilire programmi di ricerca sulle malattie del fegato con le sue controparti filippine. L’università UP Manila attraverso il Cancelliere Carmencita Padilla ha espresso l'attesa dell'istituzione per i risultati attesi del programma: “Prevediamo di promuovere indagini multidisciplinari sulla salute e sulle malattie del fegato. Attendiamo con impazienza nuovi approcci terapeutici. Non vediamo l'ora di ricevere cure più all'avanguardia per le malattie del fegato e studi clinici", ha affermato.

Il ruolo della FIF nello sviluppo di reti internazionali è il risultato di una politica educazionale e di ricerca clinica traslazionale che la fondazione ha in atto da molo tempo. “Il fatto che FIF sia la coordinatrice dell’attività di ricerca e di formazione epatologica di un paese come le Filippine da alla FIF e ai suoi ricercatori la possibilità di ampliare di molte le prospettive delle attività oltre che essere una grande responsabilità. Di questo tutto lo staff di FIF è molto orgoglioso” ha detto Claudio Tiribelli, direttore scientifico di FIF.

Come risultato della partnership tra DOST-PCHRD e FIF nel 2019, quattro ricercatori filippini stanno attualmente partecipando a un programma di borse di studio di dottorato incentrato sull'epatologia molecolare presso l’Università di Trieste che si svolge presso i laboratori della FIF, in Area Science Park Campus di Basovizza e altri due dottorandi che arriveranno in FIF il 1° novembre 2021

Torna indietro